Login Form

Compilando la seguente registrazione, l'utente autorizza ai sensi del D. Lgs. 30 Giugno 2003 n. 196 il trattamento dei dati personali trasmessi al proprietario del sito www.safetymach.com

EN/ISO 12100: OUTPUT DEL PROCESSO DI ANALISI DEI RISCHI 

Il Processo di Valutazione EN ISO 12100 deve fornire degli output fondamentali per il valutatore della sicurezza macchine: 


1. Report Pericolo
Nel 1° Report, "Pericolo", sarà presente una Valutazione dei Rischi in accordo con la norma EN ISO 12100 partendo dalla selezione di un "Pericolo" (da un database di Pericoli personalizzabili) ed attraverso una Stima del Rischio con il Metodo Ibrido di ISO/TR 14121-2 si potrà ottenere una valore numerico di Riduzione del Rischio CIi/Pi ponderato con quello iniziale CIf/Pf.

2. Report Conformità RESS

Nel 2° Report, "Conformità RESS", potranno essere visualizzati uno o più Pericoli analizzati e correlati al RESS in esame, con check di Applicabilità e Conformità/Non Conformità RESS.

3. Validazione RESS/Pericoli
Il 3° Report, "Validazione" visualizzerà l'analisi dei RESS, una funzione di controllo effettuerà un'analisi sulle Schede Pericolo associate ad ogni RESS, in maniera da verificare che tutti i RESS siano stati comunque controllati con stato applicabile/non applicabile.

SAFETYMACH da sempre riporta per ogni valutazione dei rischi, i parametri di "Riduzione percentuale del rischio" e "Percentuale del rischio residuo",

proprio ad evidenziare l'efficacia o meno delle soluzioni di sicurezza adottate e per evidenziare quanto ancora permane in termini di rischio residuo.

Anche relativamente al punto 2, il software SAFETYMACH, da sempre fornisce il report di Conformità ai RESS.

 

Per concludere, Vi ricordiamo che ad oggi, SAFETYMACH è L'UNICO SOFTWARE in commercio, che esegue da sempre un controllo di completezza sulla compilazione. Tale controllo non si limita alle schede di analisi dei rischi, ma è esteso a tutto il fascicolo tecnico, supportando l'utilizzatore, addirittura con 2 funzionalità.

1) una segnalazione diretta sull'albero di compilazione del fascicolo tecnico - Questa segnalazione è sempre visibile all'utilizzatore durante la compilazione del fascicolo tecnico e non necessità nessuna azione aggiuntiva.

2) Il Checker,  ovvero un comando apposito che scansiona ogni documento e ne verifica la completezza di compilazione. Questo comando è attivabile in qualsiasi momento e ha anche diverse altre funzionalità.

SAFETYMACH si dimostra non solo uno strumento all'avanguardia, ma uno strumento che anticipa il panorama normativo con estrema efficacia !! 

 

 

 

 

 

 

 

 

 IEC/ISO 17305: PROBABILE ARRIVO NEL 2016

Prevista per il 2016 (con un periodo di transizione di 2 anni) l’entrata in vigore della norma IEC ISO 17305 che si propone di unificare le norme EN ISO 13849 e IEC 62061.

La nuova norma descriverà:

  • la sicurezza funzionale di macchine e impianti
  • le misure e le fasi da rispettare

La norma IEC ISO 17305 sarà valida in tutto il mondo e verrà implementata con l'obiettivo di consentire un'unificazione e una semplificazione. In conseguenza di ciò le norme EN ISO 13849 e IEC 62061, applicate fin ora in modo parallelo, verranno completamente eliminate.

L'unificazione delle due norme nella IEC ISO 17305 comporta svariati vantaggi per i costruttori di macchine e impianti:

  • Semplificazione grazie all'accorpamento di due norme in un'unica norma valida a livello internazionale.
  • Nessuna modifica sostanziale in termini di procedura rispetto alle norme attuali. I costruttori di macchine e impianti che finora hanno applicato le norme EN ISO 13849 e IEC 62061 non dovranno modificare completamente la propria procedura.
  • Maggior chiarezza e semplicità nella descrizione degli argomenti.

Per ora, la forma dei contenuti della IEC ISO 17305 è ancora in fase di studio e approvazione.

In attesa dell’approvazione definitiva restano valide:

  • La EN ISO 13849 che rappresenta la norma centrale per la progettazione dei sistemi di sicurezza nell'ambito della "Sicurezza delle macchine". La Norma EN ISO 13849 è stata anche pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della UE come Norma armonizzata secondo la Direttiva Macchine.
  • La IEC 62061 che descrive la realizzazione di sistemi di controllo elettrici dedicati alla sicurezza delle macchine e prende in considerazione l'intero ciclo di vita, dalla fase concettuale fino alla messa in esercizio. Anche la IEC 62061 è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della UE come Norma armonizzata secondo la Direttiva Macchine.

 

 

 

NUOVE DIRETTIVE BASSA TENSIONE ed EMC

 

Pubblicata la Nuova Direttiva 2014/30/UE (EMC) sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea del 29 Marzo 2014. La nuova direttiva entra ufficialmente in vigore il 30 Marzo 2014. La direttiva 2004/108/CE è abrogata a decorrere dal 20 aprile 2016.

Pubblicata la Nuova Direttiva 2014/30/UE (BASSA TENSIONE) sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea del 26 Febbraio 2014. La nuova direttiva entra ufficialmente in vigore il 30 Marzo 2014. La direttiva 2004/108/CE è abrogata a decorrere dal 20 aprile 2016.

Ricordiamo che i termini di applicazione delle nuove direttive fanno sempre capo agli atti di recepimento nazionali delle stesse. Nel periodo che decorre tra l'entrata in vigore della nuova direttiva e l'abrogazione della vecchia, consigliamo di verificare l'applicabilità di una o dell'altra in funzione del paese di destinazione delle apparecchiature elettriche.

MODIFICA SOSTANZIALE DI MACCHINE: NUOVA PRECISAZIONE DEL MINISTERO FEDERALE TEDESCO

 

Il 9 aprile 2015 il Ministero federale tedesco per il lavoro e gli affari sociali ha reso nota una nuova versione del documento interpretativo dedicato al tema della modifica sostanziale di macchine.

 Con la revisione il documento − che aiuta a stabilire in quali casi una modifica sia da considerarsi sostanziale − è stato adeguato alla nuova legge sulla sicurezza dei prodotti (Produktsicherheitsgesetz o ProdSG) e alle più recenti nozioni in materia di valutazione del rischio.

Sulla scia dell'inserimento, all'interno della ProdSG, delle definizioni di "messa a disposizione sul mercato" e "immissione sul mercato" riprese dal regolamento (CE) n. 765/2008, è venuta meno l'espressione "prodotto sostanzialmente modificato". Anche a fronte di questa novità la questione di fondo rimane tuttavia immutata: anche secondo la nuova ProdSG, infatti, un prodotto usato che, rispetto al suo stato originario, abbia subito delle modifiche sostanziali va considerato come un prodotto nuovo.

 Non è data alcuna modifica sostanziale laddove il rischio supplementare ovvero il rischio maggiorato risultante dalla modifica possa essere adeguatamente ridotto ai minimi termini mediante un semplice dispositivo di protezione. Una novità consiste nel fatto che tra i dispositivi di protezione semplici non figurano più soltanto i ripari semplici bensì anche, in determinate circostanze, i ripari mobili.

 È stato altresì chiarito che l'installazione di ripari unicamente finalizzati ad accrescere il livello di sicurezza non rappresenta una modifica sostanziale.

 Per approfondimenti: www.kan.de

 

ISO IEC 17305 ( Safety of machinery - Safety functions of control systems )

ISO attraverso il Comitato Tecnico TC 199 (Sicurezza macchine) ha portato allo stato di AWI (Approved Work Item) i lavori sulla norma congiunta ISO IEC 17305 (ISO 13849-1 e IEC 62061) con proposta di inizio lavori tra ISO TC 199 e IEC TC 44 dal 25.09.2013


 

NEWS FLASH